Lorenzo Leoncavallo

Il Passatore profeta in patria: 4 nuovi personali nella maratona romagnola

img-20180403-wa0009Russi – Lunedì di Pasquetta di grande podismo con la 42^ edizione della Maratona del Lamone, nove atleti hanno partecipato alla seconda 42km più antica d’Italia, preceduta solo dalla Maratona del Mugello, che è andata in scena il 2 aprile lungo le strade di Russi e dei comuni limitrofi, in prossimità di Ravenna.
Prima volta sotto le 3 ore per Gabriele Turroni, arrivato 16° assoluto (11° categoria) in 2.50’37”. «Sono felicissimo del personale e del piazzamento ottenuto in una maratona a cui tengo particolarmente.» ha commentato Gabriele «Aspettavo questo momento da più di un anno. L’obiettivo era quello di correre i primi 30km a 4.00/km di media, con una leggera progressione negli ultimi 12km. Sono subito riuscito ad impostare una buona azione insieme a due compagni di squadra, Stefano ed Alberto. Abbiamo fatto il ritmo a turno per quasi tutta la gara fino ad arrivare insieme sotto al traguardo. Nell’ultimo km stavo bene per cui sono riuscito a piazzare l’accelerazione decisiva. La gara di oggi mi ha lasciato buone sensazioni, ero preparato ed ho corso bene. Un buon test in vista della 100 km del Passatore.» Alle sue spalle è finito, staccato di soli 30 centesimi di secondo, Stefano Farina arrivato 17° assoluto ha limato il proprio personale di due minuti. Chiude il trio, staccato di meno di 2 minuti, Alberto Bandini arrivato 18° assoluto in 2.52’35” ha migliorato il proprio personale di quasi quattro minuti.
E’ stata la Maratona dei quattro nuovi personali! Anche se il Personal Best era nell’aria, si trattava pur sempre di andarlo a prendere… e con oltre quarantadue chilometri nel mezzo, non è mai scontato! Dopo i tre piazzamenti sotto le tre ore, la squadra del Passatore ha messo a segno un’altro risultato: Flavio Selle è giunto al traguardo in 3.19’11” migliorando di quasi dieci minuti il proprio personale: «Questa gara non era in programma, infatti mi sono iscritto il giorno prima.» racconta Flavio nel post-gara «Con tre mesi di preparazione e dopo tre mesi di stop per infortunio, non posso che essere soddisfatto del risultato. Stavo bene ed ho corso bene per quasi tutta la gara, verso il finale, negli ultimi 6-7 km ho accusato lo sforzo ed ho rallentato ma tutto sommato, ci sta…”.
Nella stessa mattinata altri cinque portacolori del Passatore (Carlo Alberto Viola, Stefano Valentini, Eliana Pelliconi, Lorenzo Leoncavallo, Simone Assirelli) hanno tagliato il traguardo della maratona. In campo femminile Eliana Pelliconi ha concluso la sua prima partecipazione in maratona in 3.38’02”, giungendo 20° donna assoluta (4° categoria).
I risultati conseguiti dai tesserati dell’Asd 100 km del Passatore possono essere considerati positivi, tenendo conto per diversi atleti si è trattato di un buon allenamento, cui seguiranno altri appuntamenti: il 25 aprile la 50 km di Romagna e il 26 maggio la 100 km del Passatore.

Ancora una grande impresa per Stefano Farina

incollage_20180319_173332489CASTIGLIONE DEL LAGO (Perugia) – Sotto una pioggia fredda e incessante, sulla distanza di 58 chilometri il portacolori del Passatore ha portato a termine la gara con il tempo di 4 ore, 19 minuti e 04 secondi, giungendo undicesimo nella classifica assoluta. Eccezionale è stata la sua prova, considerando le difficoltà della giornata, che ha costretto gli atleti a correre in condizioni veramente difficili, su un percorso che è cambiato rispetto all’anno precedente e c’era tantissimo sterrato. Si correva, inoltre, controvento e quindi c’è stata tanta fatica supplementare. «Nonostante le condizioni meteo avverse sono riuscito a tenere il passo che volevo, sono contento» dichiara Stefano. Bravissimo Alberto Bandini, giunto diciasettesimo con il tempo di 4 ore 32 minuti e 46 secondi «il freddo e la pioggia in genere li soffro molto» racconta «oggi ho curato meglio l’abbigliamento e sono andato bene».

Insieme a loro si sono presentati ai nastri di partenza nonostante il maltempo altri coraggiosi portacolori della squadra: Carlo Alberto Viola interprete di un buon lungo allenante concluso in 04:57:31, «sono molto soddisfatto del risultato avendo corso a sensazione», Simone Assirelli (alla sua prima esperienza in 05:15:07) e Daniele Gherardelli ritiratosi al ventunesimo chilometro «non sono stato bene i giorni scorsi ed oggi il meteo mi ha messo ko». Complimenti gladiatori

“Valli e Pinete”: in tanti a sfidare il freddo e il gelo

valli2018Ravenna – Si è corsa domenica una della corse “storiche” del podismo nazionale, la “Valli e Pinete” giunta alla 44ª edizione: sempre interessante e molto tecnico, il tracciato di gara che vede un lunghissimo tratto nella bella, ma impegnativa, pineta tra la città ed il mare passaggio ovviamente reso ulteriormente impegnativo dalla neve e dalla pioggia caduti abbondanti negli ultimi giorni. Grande partecipazione, nonostante il freddo e le avverse condizioni meteo, e buoni risultati per gli atleti del Passatore. Nei 30 km bene Stefano Farina, 20° assoluto e 10° di categoria in 1h 59’,21” come pure Simone Assirelli, in 2h 16’ 46”: «Sono contento per il crono, considerate le condizioni meteo» commenta Stefano, poi Simone conferma «Gara dura per le condizioni del fondo in pineta, soprattutto al secondo passaggio, dove è stato necessario rallentare un po’ il ritmo… comunque il tempo finale rispecchia le mie aspettative della partenza».

In gara Lorenzo Leoncavallo, al rientro dopo un paio di mesi di lontananza dalle competizioni, che chiude in 2h 29’ 16”, mantenendo un ritmo al km  sotto i 5′ per tutta la corsa. Al femminile, bene la nostra Eliana Pelliconi, neo acquisto della società, che chiude in 2h 39’ 40” aggiudicandosi il 9° posto di categoria: «Sono soddisfatta del risultato, mi dispiace di non aver cominciato prima a fare qualche gara competitiva» poi scherza «Spero valga il detto che “non è mai troppo tardi”».

Chiudono la classifica Simon Luca Spada in 3h 13′ 42″ e  Daniele Gherardelli in 3h 14′ 59″ che dichiara «Una Valli e Pinete inedita, con fango e neve, bella e affascinante… ma si spera che dal prossimo anno si torni al classico clima quasi primaverile».

Bandini a Malta di corsa!

4839858738823168wv4669214051008512Malta – Si aggiunge un’altra bandierina alla mappa delle competizioni podistiche in giro per il mondo che ha visto la partecipazione di rappresentanti del Passatore. Domenica, Alberto Bandini era alla Vodafone Malta Marathon per scoprire Malta da una nuova prospettiva. «La gara – spiega Alberto – è partita dall’antica capitale dell’isola Medina per terminare sul lungomare della cittadina di Sliema, dalle colline fino al mare, attraversando luoghi storici». Alberto raggiunge il traguardo in 3 ore 9 minuti 16 secondi. «Il tempo non mi soddisfa – sottolinea Alberto – a causa dei postumi influenzali non sono partito nella mia forma migliore, ma ci sta nella prima maratona dell’anno»

Belle: il cane più veloce di Assirelli, tutto pronto per il tesseramento

pastore-maremmanoFaenza- Lunedì pomeriggio il nostro atleta Simone Assirelli stava effettuando lo scarico post-maratona ad un ritmo di 4’51 al km quando ha incrociato sulla propria strada Belle (nome di fantasia), pastore maremmano dalla stazza eccezionale, che stava portando a termine le ripetute del lunedì. Belle, che si stava riposando prima dell’ultimo mille, vistosi sorpassare da Assirelli, ha perso il controllo e si è messo all’inseguimento.

Simone ha immediatamente aumentato il ritmo portandosi a 4’10 al km, ma nulla è servito lo sforzo e Belle ha rapidamente raggiunto e atterrato il nostro atleta. Inequivocabili le parole a caldo di Belle: «Mi sono visto sorpassare e non ho saputo controllare l’istinto… sono pur sempre un cane…».
Immediata la reazione della squadra che ha subito intravisto in Belle un potenziale top runner da scovare e tesserare prima che lo faccia la Tosco-romagnola o la sezione cinofila della Leopodistica. Il direttore sportivo, Stefano Caroli, si sente certo nell’affermare che il cane di sicuro abita in zona. Appare più esperto nel rintracciare e allenare campioni il tecnico sociale, Martin Flamigni, che dichiara: «Se abbiamo il numero di telefono non è un problema ritrovare il cane… per quanto riguarda l’allenamento personalizzato ci penso io!». Più dubbioso Flavio, compagno di squadra di Simone, sull’effettivo potenziale del cane: «Di sicuro Belle ha dimostrato di avere un buono spunto, ma voglio vederlo alla prova sulla lunga distanza… il Passatore è soprattutto resistenza e determinazione». Stefano Farina invece sembra preoccupato di perdere il proprio ruolo di leader di squadra dal punto di vista dei risultati sportivi e mette in dubbio la regolarità di un eventuale ingresso in squadra del cane: «Belle è sicuramente molto forte, ma corre a quattro zampe, non credo possa ritenersi valido il suo tesseramento». Staremo a vedere

La pioggia non ferma Assirelli

simoneTerni – E’ andata in scena ieri la 8° edizione della Maratona di San Valentino. Nonostante la pioggia battente, arriva una grande prestazione dalle strade di Terni dove Simone Assirelli corre fortissimo. Il percorso, attraverso la Valnerina in prossimità della Cascata delle Marmore sale leggermente, Simone è riuscito a mantenere un passo più o meno costante dall’inizio alla fine, ed ha impiegato 3 ore 22 minuti e 35 secondi per completare  i 42 chilometri e 195 metri. Un risultato che vale anche il nuovo record personale sulla distanza della maratona.

“Sono molto soddisfatto – ha dichiarato Simone – è andato tutto per il meglio. Bellissima gara, splendido il passaggio a fianco delle cascate”.

Tanto amore (per la corsa e non solo) alla mezza maratona veronese

danieleVerona – Nella città degli innamorati spazio anche all’amore oltre le prestazioni agonistiche, nell’Agsm Duo Marathon la corsa in staffetta che si è corsa insieme alla Gensan Giulietta&Romeo Half Marathon anche l’inedita coppia formata da Daniele Gherardelli ed Elisa Baldassarri, compagni nella corsa e nella vita.
La temuta pioggia non è arrivata, temperatura perfetta per indossare un paio di scarpe da running e presentarsi al via. Solo un po’ scivoloso l’asfalto e i sampietrini bagnati in alcuni punti, ma lo spettacolo non ne ha risentito. Parte Daniele che conclude la prima metà con un buon passo di 5’36 minuti al km, «Oggi sono a Verona per condividere con mia moglie Elisa questa splendida gara – fa sapere Daniele nel dopo gara – Sono stati giorni difficili tra tosse e raffreddore che mi hanno condizionato parecchio negli allenementi in quest’ultimo periodo». La seconda metà, vede protagonista l’Elisa che onora la città dell’Amore, correndo e camminando fino al traguardo, in 2 ore 38 minuti e 30 secondi. W l’amore!

Turroni e Assirelli centrano il Personale alla Fusoloppet

img-20180211-wa0000

Fusignano – La seconda domenica di febbraio in Romagna riparte la stagione podistica, si corre la prima mezza della stagione, ovvero la Fusoloppet di Fusignano. La gara, svolgendosi nella bassa romagna, ha un percorso completamente piatto ideale per tentare di migliorare il proprio personale.
Per il Passatore un bel gruppetto di otto atleti al via guidati da un sorprendente Gabriele Turroni che centra il personale. Il suo crono alla fine parla chiaro 1.19’00”, che gli vale il 24° posto assoluto. (altro…)

Assirelli al comando della classifica per chilometri

ippociokSimone Assirelli passa al comando della classifica generale per chilometri con 129 punti su tre gare: domenica 14 gennaio a Bagnacavallo, nel ravennate, per la 10^ edizione della Raidlight Ultramaratona della Pace sul Lamone, percorso a circuito: un giro di 6,4km da ripetere 7 volte per un totale di circa 45km, Simone ha conquistato il 32°posto in 3h42’36”, mentre il 4 febbraio a Rosetta (Alfonsine), per la 1^ edizione della 6 ore Ippociok, Simone ha conquistato il 6°posto percorrendo entro il tempo massimo la distanza di 63,295 km!! “Ho fatto una buona gara a Traversara” commenta Simone Assirelli “Un percorso tosto, con alcuni tratti di sterrato in cui era presente anche molto fango. Sono molto soddisfatto del crono, anche se per me oggi era importante mettere un altro tassello nel programma di preparazione in vista della 100km del Passatore, in programma a fine maggio.” poi aggiunge “E’ la prima volta che partecipo a una sei ore, una gara particolare per la ripetizione dello stesso giro, ma il percorso abbastanza vario tra argine sterrato, asfalto e strada bianca è stato molto utile dal punto di vista del potenziamento muscolare. Il tutto sempre finalizzato all’obiettivo Passatore”.

 

 

 

Farina corre sotto il Vesuvio

napoliNapoli – Si è corsa domenica la 5^ edizione della NAPOLI CITY HALF MARATHON, in uno scenario unico dato dai più caratteristici paesaggi partenopei nel cuore della città. In trasferta a Napoli era presente per noi anche Stefano Farina, che ha fatto segnare un gran tempo, tagliando il traguardo in 1 ora 19 minuti 08 secondi. Stefano ha corso una prima parte di gara veloce, con i primi 10 km in 37’23” ad un ritmo di 3’44 al chilometro. Una seconda parte di gara leggermente più lenta per  via del passaggio nel centro storico e il ritorno verso la Mostra D’Oltremare. “Sono molto felice – ha fatto sapere Stefano – perchè ho fatto un ottimo tempo nonostante il paio di salite presenti, probabilmente scherzando potrei dire che la pizza e il babà della sera prima mi hanno dato le energie per il personale! ”.