maratona

Il Passatore profeta in patria: 4 nuovi personali nella maratona romagnola

img-20180403-wa0009Russi – Lunedì di Pasquetta di grande podismo con la 42^ edizione della Maratona del Lamone, nove atleti hanno partecipato alla seconda 42km più antica d’Italia, preceduta solo dalla Maratona del Mugello, che è andata in scena il 2 aprile lungo le strade di Russi e dei comuni limitrofi, in prossimità di Ravenna.
Prima volta sotto le 3 ore per Gabriele Turroni, arrivato 16° assoluto (11° categoria) in 2.50’37”. «Sono felicissimo del personale e del piazzamento ottenuto in una maratona a cui tengo particolarmente.» ha commentato Gabriele «Aspettavo questo momento da più di un anno. L’obiettivo era quello di correre i primi 30km a 4.00/km di media, con una leggera progressione negli ultimi 12km. Sono subito riuscito ad impostare una buona azione insieme a due compagni di squadra, Stefano ed Alberto. Abbiamo fatto il ritmo a turno per quasi tutta la gara fino ad arrivare insieme sotto al traguardo. Nell’ultimo km stavo bene per cui sono riuscito a piazzare l’accelerazione decisiva. La gara di oggi mi ha lasciato buone sensazioni, ero preparato ed ho corso bene. Un buon test in vista della 100 km del Passatore.» Alle sue spalle è finito, staccato di soli 30 centesimi di secondo, Stefano Farina arrivato 17° assoluto ha limato il proprio personale di due minuti. Chiude il trio, staccato di meno di 2 minuti, Alberto Bandini arrivato 18° assoluto in 2.52’35” ha migliorato il proprio personale di quasi quattro minuti.
E’ stata la Maratona dei quattro nuovi personali! Anche se il Personal Best era nell’aria, si trattava pur sempre di andarlo a prendere… e con oltre quarantadue chilometri nel mezzo, non è mai scontato! Dopo i tre piazzamenti sotto le tre ore, la squadra del Passatore ha messo a segno un’altro risultato: Flavio Selle è giunto al traguardo in 3.19’11” migliorando di quasi dieci minuti il proprio personale: «Questa gara non era in programma, infatti mi sono iscritto il giorno prima.» racconta Flavio nel post-gara «Con tre mesi di preparazione e dopo tre mesi di stop per infortunio, non posso che essere soddisfatto del risultato. Stavo bene ed ho corso bene per quasi tutta la gara, verso il finale, negli ultimi 6-7 km ho accusato lo sforzo ed ho rallentato ma tutto sommato, ci sta…”.
Nella stessa mattinata altri cinque portacolori del Passatore (Carlo Alberto Viola, Stefano Valentini, Eliana Pelliconi, Lorenzo Leoncavallo, Simone Assirelli) hanno tagliato il traguardo della maratona. In campo femminile Eliana Pelliconi ha concluso la sua prima partecipazione in maratona in 3.38’02”, giungendo 20° donna assoluta (4° categoria).
I risultati conseguiti dai tesserati dell’Asd 100 km del Passatore possono essere considerati positivi, tenendo conto per diversi atleti si è trattato di un buon allenamento, cui seguiranno altri appuntamenti: il 25 aprile la 50 km di Romagna e il 26 maggio la 100 km del Passatore.

Bandini a Malta di corsa!

4839858738823168wv4669214051008512Malta – Si aggiunge un’altra bandierina alla mappa delle competizioni podistiche in giro per il mondo che ha visto la partecipazione di rappresentanti del Passatore. Domenica, Alberto Bandini era alla Vodafone Malta Marathon per scoprire Malta da una nuova prospettiva. «La gara – spiega Alberto – è partita dall’antica capitale dell’isola Medina per terminare sul lungomare della cittadina di Sliema, dalle colline fino al mare, attraversando luoghi storici». Alberto raggiunge il traguardo in 3 ore 9 minuti 16 secondi. «Il tempo non mi soddisfa – sottolinea Alberto – a causa dei postumi influenzali non sono partito nella mia forma migliore, ma ci sta nella prima maratona dell’anno»

Maratona di Pisa, la corsa sotto la Torre

pisaPisa – Si è corsa ieri mattina, in una fredda ma soleggiata giornata la 19^ edizione della Maratona. L’arrivo come sempre non poteva che essere lì, in quel magico posto che è piazza dei Miracoli, all’ombra del campanile della cattedrale di Santa Maria Assunta e della Torre Pendente simbolo di questa città amata da tutti i runner del mondo.
Per il gruppo sportivo erano presenti Stefano Farina e Lorenzo Leoncavallo. (altro…)

Alberto Bandini sotto le tre ore a Parma!

parma-albiParma. Alberto Bandini e Cristiano Fregnani portacolori della società del Passatore hanno partecipato domenica mattina alla seconda edizione della Maratona. La gara, battezzata da una giornata splendida, ha attraversato il centro storico per poi svilupparsi nelle campagna a sud della città toccando le frazioni di Alberi, Vigatto, Panocchia, la Magnani Rocca, Piazza, Basilicanova e Porporano. Parma è stata l’occasione per Alberto di consolidare gli allenamenti fatti e verificare la qualità di risposta del proprio fisico: “Visti gli ultimi tempi sulle mezze, sono partito con più fiducia di riuscire a fare meno di tre ore” racconta Alberto. Il nostro portacolori imposta la gara a un ritmo importante di 4’10 al km e giunge alla mezza in 1h28′, ora il percorso diventa più favorevole grazie a una leggera discesa che aiuta a tenere testa ai propri sogni. In una straordinaria progressione Alberto passa dalla 33° posizione alla 19° e chiude osannante in 2 ore 56 minuti e 20 secondi.
L’altro protagonista di questa domenica, Cristiano rientra alle gare dopo mesi di scarsa attività e riesce nel proprio intento di stare sotto le tre ore e mezza, taglia il traguardo in 3 ore 28 minuti e 29 secondi. Ad aspettarlo la sua piccola tifosa che per la prima volta lo ha visto al traguardo, “La corsa non mente” dichiara Cristiano “comunque un’altra medaglia portata a casa e ora… non resta che migliorare!”

Successo del Tandem Bandini-Farina al Mugello

img-20170923-wa0023Borgo San Lorenzo. Si è conclusa ieri la Mugello Marathon: una gara che vanta un percorso mozzafiato che richiama atleti da tutto il mondo e l’orgoglio di essere la maratona più antica d’Italia. Al via della 44° edizione anche tre nostri portacolori Alberto Bandini, Stefano Farina e Daniele Gherardelli. Dopo lo start Alberto e Stefano formano un tandem che viaggia a un ritmo di 4’18 al km. Per loro il passaggio alla mezza maratona in 1 ore 30 minuti e 50 secondi. Al 30° km dopo aver superato in rimonta un paio di atleti, partiti forte ma in difficoltà nel finale, vanno incontro a loro volta a un calo nella prestazione a seguito dei continui sali scendi del percorso chiudendo Alberto in 3 ore 7 minuti 51 secondi e Stefano in 3 ore 8 minuti 17 secondi e conquistando il dodicesimo e tredicesimo piazzamento assoluto!!  “Bella gara anche se un po faticosa nel finale” commenta Alberto e Stefano lo rimbecca “Bella nei primi trenta ma un po’ noiosa negli ultimi chilometri, anche se abbiamo sofferto entrambi nel finale sono contento per il risultato finale”

Alle spalle del tandem si è piazzato Daniele giunto in 5 ore 41 minuti 33 secondi. “Questa corsa non era in programma, non l’avevo preparata e non posso dire di essere soddisfatto del risultato, ma sono contento lo stesso. Il paesaggio del Mugello è bellissimo e ringrazio Tatiana e l’associazione presente ai ristori del quinto e del trentesimo chilometro per l’incitamento”

 

Stefano secondo italiano ad Helsinki

img-20170812-wa0015Se non volete rinunciare a correre una maratona ad agosto, fate la scelta giusta… maratona di Helsinki!
Questo deve aver pensato Stefano Farina, del gruppo sportivo 100 km del Passatore, che oggi pomeriggio ha partecipato alla 37th Helsinki City Marathon.
Alla partenza alle 15 di sabato pomeriggio c’era un bel sole e molto caldo circa 30 gradi!! Dopo una partenza brillante, con il passaggio della mezza in 1h28′, dal venticinquesimo km inizia un calvario anche a causa del caldo imprevito: passando da una media di 4’13/km ad una media di 5’02/km, ma non si può mollare.
Stefano taglia il traguardo con un crono di 3 ore 15 minuti 11 secondi risultando sessantesimo assoluto e secondo italiano al traguardo: “Il percorso è molto bello, ma molto tecnico con un continuo sali scendi” dichiara Stefano al traguardo “Sono crollato sul finale e non ho centrato il tempo che volevo, ma va bene: il pubblico presente su quasi tutto il percorso, ci ha fatto sentire un po’ gli eroi del giorno, un’altra cultura podistica rispetto all’Italia.”

Alberto sul podio nella “Terra del Re”

alberto23Particolare e curiosa trasferta in terra tedesca, a Füssen, per Alberto Bandini della Asd 100 km del Passatore.
La gara si è svolta in una “zona di straordinaria bellezza, veramente il paese delle fiabe”, infatti la Königsschlösser Romantik-Marathon si corre nella regione dell’Ostallgäu, una delle aree più belle ed interessanti dell’intera Baviera: 42 km con paesaggi mozzafiato, anche impegnativi perché quasi tutti nello sterrato nei boschi, prati, attorno a laghetti verdissimi, passando vicino ai castelli da fiaba come Neuschwanstein e Hohenschwangau.

Alberto parte forte, chiudendo la prima mezza in 01:28:40, svelando fin da subito così le sue reali intenzioni: abbattere il muro delle tre ore! Nella seconda parte purtroppo non riesce a tenere il passo dei suoi sogni, ma l’obiettivo è solo rimandato. Alberto chiude in 03 ore 07 minuti e 04 secondi scoprendo con grande emozione di essere il quattordicesimo assoluto giunto al traguardo in seconda posizione tra gli atleti italiani, e di aver conquistato il terzo gradino del podio di categoria (con tanto di premiazione sul podio).

“Una piccola maratona veramente divertente, attraverso posti stupendi tra i monti che ti sorridono,
la tranquillità dell’acqua dolce di lago, i boschi intrisi di profumi e le distese infinite di erba verde di tolkeniana memoria…!”

 

Anche Bandini alla 42km della “Primiero Dolomiti Marathon”

19601468_10213538015313306_8018953438761391409_nSi è disputata il 1 luglio, la seconda edizione di Primiero Dolomiti Marathon, fra Fiera di Primiero, San Martino di Castrozza e le splendide bellezze naturali di quest’angolo di Trentino.

Il tracciato della maratona è caratterizzato principalmente da strade forestali e alcuni tratti di sentiero facilmente accessibili, con un dislivello positivo di 1242 m e uno negativo di 1543 m, all’ombra delle Pale di San Martino.

Alberto, alle prime esperienze di corsa in montagna, ha impostato la gara a un ritmo prudente. Prima della discesa finale riusciva a rimontare ben sessantaquattro posizioni, tagliando il traguardo con il tempo di 4h09’47’’ (86°assoluto – 18°categoria). “Gara bella, peccato per il temporale di ieri notte che ha reso i sentieri molto scivolosi ma mi sono divertito molto. Che magia le dolomiti!”.

 

 

La prima volta della Stelvio Marathon

18446997_10213387497990467_9124603944323037532_nPrato allo Stelvio – 42 chilometri, 25 tornanti percorsi solo negli ultimi sette chilometri per raggiungere la mitica Cima Coppi, ovvero i 2.757 metri del Passo dello Stelvio, in una giornata baciata dal sole e dal cielo azzurro. Splendida questa prima edizione della Stelvio Marathon, la vera novità sulle 42km italiane di questo 2017.
Per il nostro gruppo erano presenti Alberto Bandini e Cristiano Fregnani. Alberto alla sua prima esperienza in montagna ha chiuso in 5 ore 12′ 26″ alle sue spalle Cristiano in 6 ore 14′ 34″.

In una gara del genere gli ultimi chilometri sono i più duri e faticosi è quindi consigliabile partire cauto per risparmiare energie nella prima parte del percorso. Infatti, al passaggio della mezza maratona Alberto è transitato in 1 ora 58′ 32″ davanti a Cristiano in 2 ore 7′ 25″, poi sono arrivati i sentieri e gli sterrati ed infine i tanti temuti tornanti. “Gli ultimi chilometri sono stati i più duri e faticosi, ma correre su questa mitica strada è davvero qualcosa che ti emoziona – le prime parole di Alberto – Arrivare al Passo dello Stelvio guardando il ‘re’ Ortler è stato uno spettacolo”.

Collemar-athon 2017. Daniele sotto le 5 ore

img-20170507-wa0000Fano – Sole e qualche nuvola, ma senza pioggia, hanno accolto i 1074 partecipanti alla 15esima edizione della ColleMar-athon. Sul percorso da Barchi a Fano, attraverso i borghi fortificati di Mondavio, Orciano, San Giorgio di Pesaro, Piagge, Cerasa e San Costanzo ci sono Alberto, Carlo Alberto e Daniele. Al via, Alberto Bandini che nel quotidiano fa l’ingegnere, parte forte, forse troppo per le proprie condizioni, non ottimali per affrontare il muro delle tre ore. Alla mezza distanza Alberto accumula un ritardo di tre minuti che diventeranno poi sette nel finale. Per lui comunque un ottimo crono di 3 ore 07 minuti e 16 secondi, che gli vale l’ottavo piazzamento di categoria e il quarto posto nel campionato italiano Ingegneri/Architetti. Alle sue spalle, Carlo Alberto Viola in preparazione per il Passatore, porta a termine in 3:34:35 la gara dopo aver fatto una ventina di chilometri di corsa. Al traguardo sono settanta i chilometri effettivamente percorsi ad un ritmo ragguardevole di 5’12 al km! Infine Daniele Gherardelli in 04:57:39 arriva soddisfatto al traguardo, sotto le cinque ore! (a Manchester quest’anno aveva corso in 05:03:29)