Senza categoria

“Valli e Pinete”: in tanti a sfidare il freddo e il gelo

valli2018Ravenna – Si è corsa domenica una della corse “storiche” del podismo nazionale, la “Valli e Pinete” giunta alla 44ª edizione: sempre interessante e molto tecnico, il tracciato di gara che vede un lunghissimo tratto nella bella, ma impegnativa, pineta tra la città ed il mare passaggio ovviamente reso ulteriormente impegnativo dalla neve e dalla pioggia caduti abbondanti negli ultimi giorni. Grande partecipazione, nonostante il freddo e le avverse condizioni meteo, e buoni risultati per gli atleti del Passatore. Nei 30 km bene Stefano Farina, 20° assoluto e 10° di categoria in 1h 59’,21” come pure Simone Assirelli, in 2h 16’ 46”: «Sono contento per il crono, considerate le condizioni meteo» commenta Stefano, poi Simone conferma «Gara dura per le condizioni del fondo in pineta, soprattutto al secondo passaggio, dove è stato necessario rallentare un po’ il ritmo… comunque il tempo finale rispecchia le mie aspettative della partenza».

In gara Lorenzo Leoncavallo, al rientro dopo un paio di mesi di lontananza dalle competizioni, che chiude in 2h 29’ 16”, mantenendo un ritmo al km  sotto i 5′ per tutta la corsa. Al femminile, bene la nostra Eliana Pelliconi, neo acquisto della società, che chiude in 2h 39’ 40” aggiudicandosi il 9° posto di categoria: «Sono soddisfatta del risultato, mi dispiace di non aver cominciato prima a fare qualche gara competitiva» poi scherza «Spero valga il detto che “non è mai troppo tardi”».

Chiudono la classifica Simon Luca Spada in 3h 13′ 42″ e  Daniele Gherardelli in 3h 14′ 59″ che dichiara «Una Valli e Pinete inedita, con fango e neve, bella e affascinante… ma si spera che dal prossimo anno si torni al classico clima quasi primaverile».

Belle: il cane più veloce di Assirelli, tutto pronto per il tesseramento

pastore-maremmanoFaenza- Lunedì pomeriggio il nostro atleta Simone Assirelli stava effettuando lo scarico post-maratona ad un ritmo di 4’51 al km quando ha incrociato sulla propria strada Belle (nome di fantasia), pastore maremmano dalla stazza eccezionale, che stava portando a termine le ripetute del lunedì. Belle, che si stava riposando prima dell’ultimo mille, vistosi sorpassare da Assirelli, ha perso il controllo e si è messo all’inseguimento.

Simone ha immediatamente aumentato il ritmo portandosi a 4’10 al km, ma nulla è servito lo sforzo e Belle ha rapidamente raggiunto e atterrato il nostro atleta. Inequivocabili le parole a caldo di Belle: «Mi sono visto sorpassare e non ho saputo controllare l’istinto… sono pur sempre un cane…».
Immediata la reazione della squadra che ha subito intravisto in Belle un potenziale top runner da scovare e tesserare prima che lo faccia la Tosco-romagnola o la sezione cinofila della Leopodistica. Il direttore sportivo, Stefano Caroli, si sente certo nell’affermare che il cane di sicuro abita in zona. Appare più esperto nel rintracciare e allenare campioni il tecnico sociale, Martin Flamigni, che dichiara: «Se abbiamo il numero di telefono non è un problema ritrovare il cane… per quanto riguarda l’allenamento personalizzato ci penso io!». Più dubbioso Flavio, compagno di squadra di Simone, sull’effettivo potenziale del cane: «Di sicuro Belle ha dimostrato di avere un buono spunto, ma voglio vederlo alla prova sulla lunga distanza… il Passatore è soprattutto resistenza e determinazione». Stefano Farina invece sembra preoccupato di perdere il proprio ruolo di leader di squadra dal punto di vista dei risultati sportivi e mette in dubbio la regolarità di un eventuale ingresso in squadra del cane: «Belle è sicuramente molto forte, ma corre a quattro zampe, non credo possa ritenersi valido il suo tesseramento». Staremo a vedere

La pioggia non ferma Assirelli

simoneTerni – E’ andata in scena ieri la 8° edizione della Maratona di San Valentino. Nonostante la pioggia battente, arriva una grande prestazione dalle strade di Terni dove Simone Assirelli corre fortissimo. Il percorso, attraverso la Valnerina in prossimità della Cascata delle Marmore sale leggermente, Simone è riuscito a mantenere un passo più o meno costante dall’inizio alla fine, ed ha impiegato 3 ore 22 minuti e 35 secondi per completare  i 42 chilometri e 195 metri. Un risultato che vale anche il nuovo record personale sulla distanza della maratona.

“Sono molto soddisfatto – ha dichiarato Simone – è andato tutto per il meglio. Bellissima gara, splendido il passaggio a fianco delle cascate”.

Tanto amore (per la corsa e non solo) alla mezza maratona veronese

danieleVerona – Nella città degli innamorati spazio anche all’amore oltre le prestazioni agonistiche, nell’Agsm Duo Marathon la corsa in staffetta che si è corsa insieme alla Gensan Giulietta&Romeo Half Marathon anche l’inedita coppia formata da Daniele Gherardelli ed Elisa Baldassarri, compagni nella corsa e nella vita.
La temuta pioggia non è arrivata, temperatura perfetta per indossare un paio di scarpe da running e presentarsi al via. Solo un po’ scivoloso l’asfalto e i sampietrini bagnati in alcuni punti, ma lo spettacolo non ne ha risentito. Parte Daniele che conclude la prima metà con un buon passo di 5’36 minuti al km, «Oggi sono a Verona per condividere con mia moglie Elisa questa splendida gara – fa sapere Daniele nel dopo gara – Sono stati giorni difficili tra tosse e raffreddore che mi hanno condizionato parecchio negli allenementi in quest’ultimo periodo». La seconda metà, vede protagonista l’Elisa che onora la città dell’Amore, correndo e camminando fino al traguardo, in 2 ore 38 minuti e 30 secondi. W l’amore!

Turroni e Assirelli centrano il Personale alla Fusoloppet

img-20180211-wa0000

Fusignano – La seconda domenica di febbraio in Romagna riparte la stagione podistica, si corre la prima mezza della stagione, ovvero la Fusoloppet di Fusignano. La gara, svolgendosi nella bassa romagna, ha un percorso completamente piatto ideale per tentare di migliorare il proprio personale.
Per il Passatore un bel gruppetto di otto atleti al via guidati da un sorprendente Gabriele Turroni che centra il personale. Il suo crono alla fine parla chiaro 1.19’00”, che gli vale il 24° posto assoluto. (altro…)

Lenzi alla “Ronda Ghibellina”

lenziA Castiglion Fiorentino si è corsa il 28 gennaio l’ottava edizione della ormai famosa RONDA GHIBELLINA, un Trail di 45 Km / D + 2500 m.
Il re dei winter trail del centro d’Italia, uno degli eventi di inizio stagione più attesi nell’ambiente, dove attraversare pittoreschi borghi medioevali e boschi, di castagno il tutto condito da un dislivello impegnativo.
Una domenica bella e intensa per tutti, una grandissima prova per Nicola Lenzi (foto repertorio), alla sua prima gara corsa con i colori del Passatore, chiusa in 6h 56’17”. «Me l’aspettavo più soft – dichiara Nicola al traguardo – ho fatto meno fatica al Cinghiale da 60 chilometri»

Trofeo dell’Uva, Bandini fa il bis

alberto-uvaSan Pancrazio – Numeri di prima classe nella mezza maratona ravennate che domenica mattina ha visto impegnati Stefano Farina e Alberto Bandini. Alberto si presenta al via in gran forma, motivato a migliorare il proprio personale ottenuto tre settimane prima a Faenza, stavolta su un percorso più veloce e scorrevole, chiude in 1 ora 22 minuti 48 secondi, a 1’24 da Stefano (1.21’24 – 11° di categoria AM). Entrambi i portacolori della squadra ritoccano il proprio best: “Sono soddisfatto” dichiara Stefano (vedi foto) “ho limato di sette secondi il mio personale senza particolari difficoltà nonostante fossi partito sereno senza velleità cronometriche” mentre Alberto migliora di oltre un minuto (1’19 n.d.r.) il proprio best time.   Carlo Alberto Viola è presente per la sezione non competitiva in recupero della forma per tornare sotto l’ora e mezza

Anche nel Trail il Passatore si distingue

Questa domenica si è corso il Gessi Wild Trail, una gara di 31 chilometri con oltre 1650 metri di dislivello, attraverso un paesaggio unico, quasi lunare, la Vena del Gesso Romagnola. Un trail in linea che attraversa tutto il Parco Regionale da Borgo Tossignano a Brisighella toccandone i luoghi simbolo: dalla bianca costa della Riva San Biagio alle Selle di Cà Budrio, da Sasso Letroso ai Crivellari, dal punto più alto del percorso, la vetta di Monte Mauro (515 m) al Rifugio Carnè, dalla croce di Rontana al finale di tutta la filiera del gesso, il centro storico di Brisighella. Al via due atleti del Passatore Flavio Selle, alla sua prima esperienza trail e Fabio Mazzolini. Ottima prova di Flavio che riesce a gestire bene le proprie forze e porta a casa, con una gara ben calibrata, un ottimo 12^ posto in 4 ore 4 minuti e 03, un riscatto dopo le brutte sensazioni provate domenica scorsa alla maratonina cittadina. Alle sue spalle Fabio chiude in 5:03:41. “Sono contento” commenta Flavio al traguardo “Il percorso mi è parso abbastanza impegnativo.. io stavo comunque bene per cui mi sono goduto la corsa e non ho pensato alla fatica”.

 

Alberto sul podio nella “Terra del Re”

alberto23Particolare e curiosa trasferta in terra tedesca, a Füssen, per Alberto Bandini della Asd 100 km del Passatore.
La gara si è svolta in una “zona di straordinaria bellezza, veramente il paese delle fiabe”, infatti la Königsschlösser Romantik-Marathon si corre nella regione dell’Ostallgäu, una delle aree più belle ed interessanti dell’intera Baviera: 42 km con paesaggi mozzafiato, anche impegnativi perché quasi tutti nello sterrato nei boschi, prati, attorno a laghetti verdissimi, passando vicino ai castelli da fiaba come Neuschwanstein e Hohenschwangau.

Alberto parte forte, chiudendo la prima mezza in 01:28:40, svelando fin da subito così le sue reali intenzioni: abbattere il muro delle tre ore! Nella seconda parte purtroppo non riesce a tenere il passo dei suoi sogni, ma l’obiettivo è solo rimandato. Alberto chiude in 03 ore 07 minuti e 04 secondi scoprendo con grande emozione di essere il quattordicesimo assoluto giunto al traguardo in seconda posizione tra gli atleti italiani, e di aver conquistato il terzo gradino del podio di categoria (con tanto di premiazione sul podio).

“Una piccola maratona veramente divertente, attraverso posti stupendi tra i monti che ti sorridono,
la tranquillità dell’acqua dolce di lago, i boschi intrisi di profumi e le distese infinite di erba verde di tolkeniana memoria…!”

 

12^ Passeggiata di Primavera a Pieve Corleto: Enrico Bellini è il vincitore

enrico-belliniPieve Corleto – In occasione della 45^ Sagra di Primavera, che si tiene come da tradizione a Pieve Corleto di Faenza, il gruppo sportivo dell’Asd 100 Km del Passatore ha organizzato il 23 aprile la consueta passeggiata di 9 km ripercorrendo il tracciato originario della competizione. Dopo dieci edizioni consecutive, quest’anno la formula ha visto un significativo ‘tuffo nel passato’, con la riproposizione del primo tracciato della passeggiata e la denominazione originale.

Domenica mattina, alle 9.30, in un clima caldo e soleggiato si sono presentati 215 runner al via della “Passeggiata di Primavera”, con il Presidente della 100 Km del Passatore, Giordano Zinzani, a dare l’inizio alle danze (partecipando, inoltre, anch’egli alla manifestazione).

Ad imporsi sulla concorrenza sono stati Enrico Bellini in campo maschile (ed assoluto) e Nadiya Chubak in campo femminile. Il giovane portacolori dell’Edera Forlì ha completato il percorso in 35 minuti, un ottimo tempo considerando il carattere non agonistico della competizione. Nadiya Chubak è stata vittima di un curioso errore di percorso, ma fortunatamente questo non ha pregiudicato il suo buonissimo piazzamento.

Ai due atleti è stato assegnato il quinto “memorial Tomaso Rondinini”, premio in ceramica (medaglia realizzate dalla Bottega Monti di Vittoria, moglie di Tomaso, presente alla cerimonia di premiazione) assegnato al primo atleta delle categorie maschile e femminile, istituito dall’Asd 100 Km del Passatore per non dimenticare un collaboratore e sportivo storico legato al gruppo sportivo della Firenze-Faenza.

In seguito alla “Passeggiata di Primavera” sono state premiate inoltre le prime otto società più numerose, oltre ad essere stata effettuata la consegna dei premi di partecipazione in natura a tutti i concorrenti. Tra le società con un maggior numero di partecipanti che hanno preso parte alla passeggiata, l’Asd Dinamo (37), l’Asd Gruppo Podisti Lughesina (29) e il G.S. Lamone (24).