Senza categoria

Trofeo dell’Uva, Bandini fa il bis

alberto-uvaSan Pancrazio – Numeri di prima classe nella mezza maratona ravennate che domenica mattina ha visto impegnati Stefano Farina e Alberto Bandini. Alberto si presenta al via in gran forma, motivato a migliorare il proprio personale ottenuto tre settimane prima a Faenza, stavolta su un percorso più veloce e scorrevole, chiude in 1 ora 22 minuti 48 secondi, a 1’24 da Stefano (1.21’24 – 11° di categoria AM). Entrambi i portacolori della squadra ritoccano il proprio best: “Sono soddisfatto” dichiara Stefano (vedi foto) “ho limato di sette secondi il mio personale senza particolari difficoltà nonostante fossi partito sereno senza velleità cronometriche” mentre Alberto migliora di oltre un minuto (1’19 n.d.r.) il proprio best time.   Carlo Alberto Viola è presente per la sezione non competitiva in recupero della forma per tornare sotto l’ora e mezza

Anche nel Trail il Passatore si distingue

Questa domenica si è corso il Gessi Wild Trail, una gara di 31 chilometri con oltre 1650 metri di dislivello, attraverso un paesaggio unico, quasi lunare, la Vena del Gesso Romagnola. Un trail in linea che attraversa tutto il Parco Regionale da Borgo Tossignano a Brisighella toccandone i luoghi simbolo: dalla bianca costa della Riva San Biagio alle Selle di Cà Budrio, da Sasso Letroso ai Crivellari, dal punto più alto del percorso, la vetta di Monte Mauro (515 m) al Rifugio Carnè, dalla croce di Rontana al finale di tutta la filiera del gesso, il centro storico di Brisighella. Al via due atleti del Passatore Flavio Selle, alla sua prima esperienza trail e Fabio Mazzolini. Ottima prova di Flavio che riesce a gestire bene le proprie forze e porta a casa, con una gara ben calibrata, un ottimo 12^ posto in 4 ore 4 minuti e 03, un riscatto dopo le brutte sensazioni provate domenica scorsa alla maratonina cittadina. Alle sue spalle Fabio chiude in 5:03:41. “Sono contento” commenta Flavio al traguardo “Il percorso mi è parso abbastanza impegnativo.. io stavo comunque bene per cui mi sono goduto la corsa e non ho pensato alla fatica”.

 

Alberto sul podio nella “Terra del Re”

alberto23Particolare e curiosa trasferta in terra tedesca, a Füssen, per Alberto Bandini della Asd 100 km del Passatore.
La gara si è svolta in una “zona di straordinaria bellezza, veramente il paese delle fiabe”, infatti la Königsschlösser Romantik-Marathon si corre nella regione dell’Ostallgäu, una delle aree più belle ed interessanti dell’intera Baviera: 42 km con paesaggi mozzafiato, anche impegnativi perché quasi tutti nello sterrato nei boschi, prati, attorno a laghetti verdissimi, passando vicino ai castelli da fiaba come Neuschwanstein e Hohenschwangau.

Alberto parte forte, chiudendo la prima mezza in 01:28:40, svelando fin da subito così le sue reali intenzioni: abbattere il muro delle tre ore! Nella seconda parte purtroppo non riesce a tenere il passo dei suoi sogni, ma l’obiettivo è solo rimandato. Alberto chiude in 03 ore 07 minuti e 04 secondi scoprendo con grande emozione di essere il quattordicesimo assoluto giunto al traguardo in seconda posizione tra gli atleti italiani, e di aver conquistato il terzo gradino del podio di categoria (con tanto di premiazione sul podio).

“Una piccola maratona veramente divertente, attraverso posti stupendi tra i monti che ti sorridono,
la tranquillità dell’acqua dolce di lago, i boschi intrisi di profumi e le distese infinite di erba verde di tolkeniana memoria…!”

 

12^ Passeggiata di Primavera a Pieve Corleto: Enrico Bellini è il vincitore

enrico-belliniPieve Corleto – In occasione della 45^ Sagra di Primavera, che si tiene come da tradizione a Pieve Corleto di Faenza, il gruppo sportivo dell’Asd 100 Km del Passatore ha organizzato il 23 aprile la consueta passeggiata di 9 km ripercorrendo il tracciato originario della competizione. Dopo dieci edizioni consecutive, quest’anno la formula ha visto un significativo ‘tuffo nel passato’, con la riproposizione del primo tracciato della passeggiata e la denominazione originale.

Domenica mattina, alle 9.30, in un clima caldo e soleggiato si sono presentati 215 runner al via della “Passeggiata di Primavera”, con il Presidente della 100 Km del Passatore, Giordano Zinzani, a dare l’inizio alle danze (partecipando, inoltre, anch’egli alla manifestazione).

Ad imporsi sulla concorrenza sono stati Enrico Bellini in campo maschile (ed assoluto) e Nadiya Chubak in campo femminile. Il giovane portacolori dell’Edera Forlì ha completato il percorso in 35 minuti, un ottimo tempo considerando il carattere non agonistico della competizione. Nadiya Chubak è stata vittima di un curioso errore di percorso, ma fortunatamente questo non ha pregiudicato il suo buonissimo piazzamento.

Ai due atleti è stato assegnato il quinto “memorial Tomaso Rondinini”, premio in ceramica (medaglia realizzate dalla Bottega Monti di Vittoria, moglie di Tomaso, presente alla cerimonia di premiazione) assegnato al primo atleta delle categorie maschile e femminile, istituito dall’Asd 100 Km del Passatore per non dimenticare un collaboratore e sportivo storico legato al gruppo sportivo della Firenze-Faenza.

In seguito alla “Passeggiata di Primavera” sono state premiate inoltre le prime otto società più numerose, oltre ad essere stata effettuata la consegna dei premi di partecipazione in natura a tutti i concorrenti. Tra le società con un maggior numero di partecipanti che hanno preso parte alla passeggiata, l’Asd Dinamo (37), l’Asd Gruppo Podisti Lughesina (29) e il G.S. Lamone (24).

Alfonsine: esplosivo Flavio Selle all’esordio!

p2263685030-o257249290-3ALFONSINE. Il 35enne faentino Flavio Selle, bellunese di origine, che da quest’anno è iscritto al gruppo sportivo del Passatore, al suo debutto stamattina in mezza maratona, ha concluso i 21 km e spicci in un’ora 31 minuti e 07 secondi. Un passo di 4’19 al km che in previsione di un possibile debutto in maratona, domenica prossima a Russi, lo proietta con un tempo finale inferiore alle tre ore e quindici minuti. Nel suo “assolo”, Flavio ha lasciato a debita distanza il compagno di squadra Lorenzo Leoncavallo (nella foto di Jader Consolini), che ha chiuso la gara in un’ora 48’13”.

Sergio a un soffio dal PB a Imola

P2130895Nella Corri con l’Avis di Imola, Sergio Scipi copre i 21 km e spicci in 1 ora 33 minuti 25 secondi, un crono a solo un minuto dal proprio personale, classificandosi 31° di categoria. Alle sue spalle, in 1h 41’51” Carlo Alberto Viola (in foto), che sta preparando la 100 km del Passatore. Per la sezione non competitiva, presenti Lorenzo Leoncavallo (in foto) e Luca Piazza.
Passando alle gare nazionali, Cristiano Fregnani torna in gara nella Ferrara Marathon dopo un periodo molto intenso e pieno di emozioni forti, culminato con la nascita della figlia Rebecca. Cristiano ha chiuso con un crono di  3 ore 19 minuti e 59 secondi, mantenendo un passo “svizzero” di 4’37 fino al trentesimo km poi nel finale le forze gli sono mancate, classificandosi decimo di categoria. “Un tempo lontano da quanto sperato” dichiara al traguardo “andare a premio in maratona è una bella soddisfazione e dalla prossima avrò una tifosa in più al traguardo!”

Giovanni, corrispondente.. di corsa

Avvicinarsi ad un nuovo sport è un’avventura eccitante e piena di sorprese. All’inizio non ci sono grandi idee sul miglior tipo di scarpe da corsa per te, i diversi materiali di abbigliamento e gli effetti di una dieta sbagliata o su come gestire il proprio allenamento. C’è solo una cosa, la passione. Poi si passa attraverso la fase della ricerca di un compagno, qualcuno con cui condividere la fatica degli allenamenti, gli obiettivi, le pizzate post maratona. È un percorso pieno di sfide e di potenziali amicizie, a volte per pochi chilometri, altre per la vita. Con questa idea in mente, nel 2003 è iniziata la mia avventura nell’associazione del Passatore, quando Tatiana chiese a Ghera di mettere insieme un gruppo di una decina di persone per formare il gruppo sportivo e dare un’opportunità agli amatori locali di ottenere un tesserino Fidal, correre maratone e ovviamente la Cento! Il resto è storia, la prima mezza, la prima maratona, la prima Cento, battere i propri record, la maratona a Parigi con nove dei nostri, le riunioni del lunedì sera, il campionato societario, la prima divisa e le tute col logo orgogliosamente disegnato da me, le feste di Natale, le prime corse organizzate dal gruppo, Pieve Corleto e Sarna, gente che viene e gente che va, chi per lavoro, chi per un’altra squadra e chi inaspettatamente, come l’indimenticabile Tomaso. (altro…)

Winter Trail della Campigna

Copertina CampignaCampigna- Questa domenica Marco Piazza e Fabio Mazzolini non si sono fatti sfuggire l’occasione di partecipare alla prima edizione invernale della gara che ripercorre l’anello di 12 km del trail estivo. Tanta bella neve fresca ha accolto i cinquantacinque intrepidi partecipanti, Marco ha conquistato il settimo posto in 56’01” alle sue spalle Fabio in 1:05’30” (17° piazzamento).

Giorgio Calcaterra a Faenza

calcaterra-1848Faenza- Giovedì 23 febbraio alle 20.45, nella sala riunioni del Consorzio di Bonifica in via Castellari, prosegue a Faenza la rassegna GIòCHi di Parole, a favore dei Piccoli Grandi Cuori Onlus in ricordo di Giovanni Santini: appuntamento con Giorgio Calcaterra e il suo ultimo libro ‘Correre è la mia vita’. Iniziato il 20 ottobre con Giuseppe Giacobazzi, il ciclo di incontri prosegue con una serie di eventi a sostegno di bambini, giovani e adulti, portatori di cardiopatie congenite.

Il più grande ultramaratoneta italiano di tutti i tempi, racconta nel suo libro con una semplicità disarmante la passione per la corsa, l’origine delle sue motivazioni profonde e la sua filosofia di vita basata sul valore assoluto della libertà. Dalle prime corse insieme al padre, fino ai tre trionfi mondiali nella 100 km, lottando a viso aperto contro la terribile piaga del doping.

“La corsa è una compagna fedele” racconta Giorgio “è sempre pronta a sorreggerti e ad aiutarti a superare i momenti tristi della vita, ma sa anche rendere ancora più grandi e speciali quelli felici.” Ecco, per Giorgio Calcaterra la corsa è tutto questo, è la vita, la sua vita.

Cristiano apre il 2017 con la maratona di Crevalcore

Crevalcore – Prima maratona dell’anno, sole splendido, temperatura gelida alla partenza (-7°C) ma giornata ideale per correre. Ne approfitta Cristiano che conquista il nono piazzamento di categoria in  3:23’18”, un buon tempo in previsione di un obiettivo ancora lontano.