Alfonsine: esplosivo Flavio Selle all’esordio!

p2263685030-o257249290-3ALFONSINE. Il 35enne faentino Flavio Selle, bellunese di origine, che da quest’anno è iscritto al gruppo sportivo del Passatore, al suo debutto stamattina in mezza maratona, ha concluso i 21 km e spicci in un’ora 31 minuti e 07 secondi. Un passo di 4’19 al km che in previsione di un possibile debutto in maratona, domenica prossima a Russi, lo proietta con un tempo finale inferiore alle tre ore e quindici minuti. Nel suo “assolo”, Flavio ha lasciato a debita distanza il compagno di squadra Lorenzo Leoncavallo (nella foto di Jader Consolini), che ha chiuso la gara in un’ora 48’13”.

Sergio a un soffio dal PB a Imola

P2130895Nella Corri con l’Avis di Imola, Sergio Scipi copre i 21 km e spicci in 1 ora 33 minuti 25 secondi, un crono a solo un minuto dal proprio personale, classificandosi 31° di categoria. Alle sue spalle, in 1h 41’51” Carlo Alberto Viola (in foto), che sta preparando la 100 km del Passatore. Per la sezione non competitiva, presenti Lorenzo Leoncavallo (in foto) e Luca Piazza.
Passando alle gare nazionali, Cristiano Fregnani torna in gara nella Ferrara Marathon dopo un periodo molto intenso e pieno di emozioni forti, culminato con la nascita della figlia Rebecca. Cristiano ha chiuso con un crono di  3 ore 19 minuti e 59 secondi, mantenendo un passo “svizzero” di 4’37 fino al trentesimo km poi nel finale le forze gli sono mancate, classificandosi decimo di categoria. “Un tempo lontano da quanto sperato” dichiara al traguardo “andare a premio in maratona è una bella soddisfazione e dalla prossima avrò una tifosa in più al traguardo!”

Giovanni, corrispondente.. di corsa

Giovanni ad Ironbridge, culla della rivoluzione industriale, quello sullo sfondo è il primo ponte di ferro della storia (1779)
Giovanni ad Ironbridge, culla della rivoluzione industriale, quello sullo sfondo è il primo ponte di ferro della storia (1779)

Avvicinarsi ad un nuovo sport è un’avventura eccitante e piena di sorprese. All’inizio non ci sono grandi idee sul miglior tipo di scarpe da corsa per te, i diversi materiali di abbigliamento e gli effetti di una dieta sbagliata o su come gestire il proprio allenamento. C’è solo una cosa, la passione. Poi si passa attraverso la fase della ricerca di un compagno, qualcuno con cui condividere la fatica degli allenamenti, gli obiettivi, le pizzate post maratona. È un percorso pieno di sfide e di potenziali amicizie, a volte per pochi chilometri, altre per la vita. Con questa idea in mente, nel 2003 è iniziata la mia avventura nell’associazione del Passatore, quando Tatiana chiese a Ghera di mettere insieme un gruppo di una decina di persone per formare il gruppo sportivo e dare un’opportunità agli amatori locali di ottenere un tesserino Fidal, correre maratone e ovviamente la Cento! Il resto è storia, la prima mezza, la prima maratona, la prima Cento, battere i propri record, la maratona a Parigi con nove dei nostri, le riunioni del lunedì sera, il campionato societario, la prima divisa e le tute col logo orgogliosamente disegnato da me, le feste di Natale, le prime corse organizzate dal gruppo, Pieve Corleto e Sarna, gente che viene e gente che va, chi per lavoro, chi per un’altra squadra e chi inaspettatamente, come l’indimenticabile Tomaso. Leggi tutto “Giovanni, corrispondente.. di corsa”

Winter Trail della Campigna

Copertina CampignaCampigna- Questa domenica Marco Piazza e Fabio Mazzolini non si sono fatti sfuggire l’occasione di partecipare alla prima edizione invernale della gara che ripercorre l’anello di 12 km del trail estivo. Tanta bella neve fresca ha accolto i cinquantacinque intrepidi partecipanti, Marco ha conquistato il settimo posto in 56’01” alle sue spalle Fabio in 1:05’30” (17° piazzamento).

Giorgio Calcaterra a Faenza

calcaterra-1848Faenza- Giovedì 23 febbraio alle 20.45, nella sala riunioni del Consorzio di Bonifica in via Castellari, prosegue a Faenza la rassegna GIòCHi di Parole, a favore dei Piccoli Grandi Cuori Onlus in ricordo di Giovanni Santini: appuntamento con Giorgio Calcaterra e il suo ultimo libro ‘Correre è la mia vita’. Iniziato il 20 ottobre con Giuseppe Giacobazzi, il ciclo di incontri prosegue con una serie di eventi a sostegno di bambini, giovani e adulti, portatori di cardiopatie congenite.

Il più grande ultramaratoneta italiano di tutti i tempi, racconta nel suo libro con una semplicità disarmante la passione per la corsa, l’origine delle sue motivazioni profonde e la sua filosofia di vita basata sul valore assoluto della libertà. Dalle prime corse insieme al padre, fino ai tre trionfi mondiali nella 100 km, lottando a viso aperto contro la terribile piaga del doping.

“La corsa è una compagna fedele” racconta Giorgio “è sempre pronta a sorreggerti e ad aiutarti a superare i momenti tristi della vita, ma sa anche rendere ancora più grandi e speciali quelli felici.” Ecco, per Giorgio Calcaterra la corsa è tutto questo, è la vita, la sua vita.

Stefano è il nuovo Direttore Sportivo

stefano1bFaenza – Il Comitato di Direzione eletto nel corso dell’Assemblea del 5 dicembre scorso, si è riunito ieri sera per discutere la distribuzione degli incarichi sociali ed è stato eletto Direttore Sportivo dell’ A.S.D. 100 Km del Passatore il sig. Caroli Stefano, vice Direttore il sig. Scipi Sergio, Segretario Economo il sig. Leoncavallo Lorenzo e inoltre sono stati nominati 2 consiglieri: il sig. Piazza Marco e la sig.ra Tatiana Khitrova. I più sinceri auguri di buon lavoro a Stefano e al nuovo Comitato di Direzione.

Maratona di Pisa

Pisa –  Conto alla rovescia per la Maratona di Pisa, l’appuntamento è per domenica 18 dicembre. Ad oggi si contano oltre 1550 iscritti, ben più dunque dei 1475 dell’edizione 2015 che fu a sua volta una gara dai numeri record. Per il gruppo sportivo prenderà il via Fabio Fregnani, come al solito, per divertirsi e correre il più veloce possibile!

Maratona di Venezia

veneziaVENEZIA – VeniceMarathon al 31° atto con circa 6 mila atleti in corsa da Villa Pisani a Stra, su un percorso unico al mondo, con il passaggio sul ponte di barche sul Canal Grande, lo splendido giro d’onore in piazza San Marco e l’arrivo trionfale tra due ali di folla in Riva Sette Martiri a Venezia. Sono i tradizionali 42 chilometri, in una giornata grigia ma che a livello di temperature aiuta gli atleti. Tra gli italiani al via anche tre atleti del gruppo sportivo del Passatore. Il primo a tagliare il traguardo è stato Fabio Fregnani, con il tempo di 3 ore 23 minuti e 03 secondi. Alle sue spalle, Lorenzo Leoncavallo (3h50’51”) e Giovanni Zanei (3h56’15”). “È stata una bella gara molto ben organizzata, il tempo alla fine è stato clemente. Personalmente ho avuto qualche difficoltà al Parco San Giuliano, avevo “finito la benzina”. Il Ponte della Libertà – spiega Lorenzo – è stato eterno, circa 4 km di rettilineo in mezzo al mare, poi nella parte finale sui ponti si sono presentati inevitabili i crampi. Sono partito puntando a fare qualcosa di meglio, ci ho provato!”.