ultramaratona

Ancora una grande impresa per Stefano Farina

incollage_20180319_173332489CASTIGLIONE DEL LAGO (Perugia) – Sotto una pioggia fredda e incessante, sulla distanza di 58 chilometri il portacolori del Passatore ha portato a termine la gara con il tempo di 4 ore, 19 minuti e 04 secondi, giungendo undicesimo nella classifica assoluta. Eccezionale è stata la sua prova, considerando le difficoltà della giornata, che ha costretto gli atleti a correre in condizioni veramente difficili, su un percorso che è cambiato rispetto all’anno precedente e c’era tantissimo sterrato. Si correva, inoltre, controvento e quindi c’è stata tanta fatica supplementare. «Nonostante le condizioni meteo avverse sono riuscito a tenere il passo che volevo, sono contento» dichiara Stefano. Bravissimo Alberto Bandini, giunto diciasettesimo con il tempo di 4 ore 32 minuti e 46 secondi «il freddo e la pioggia in genere li soffro molto» racconta «oggi ho curato meglio l’abbigliamento e sono andato bene».

Insieme a loro si sono presentati ai nastri di partenza nonostante il maltempo altri coraggiosi portacolori della squadra: Carlo Alberto Viola interprete di un buon lungo allenante concluso in 04:57:31, «sono molto soddisfatto del risultato avendo corso a sensazione», Simone Assirelli (alla sua prima esperienza in 05:15:07) e Daniele Gherardelli ritiratosi al ventunesimo chilometro «non sono stato bene i giorni scorsi ed oggi il meteo mi ha messo ko». Complimenti gladiatori

Assirelli al comando della classifica per chilometri

ippociokSimone Assirelli passa al comando della classifica generale per chilometri con 129 punti su tre gare: domenica 14 gennaio a Bagnacavallo, nel ravennate, per la 10^ edizione della Raidlight Ultramaratona della Pace sul Lamone, percorso a circuito: un giro di 6,4km da ripetere 7 volte per un totale di circa 45km, Simone ha conquistato il 32°posto in 3h42’36”, mentre il 4 febbraio a Rosetta (Alfonsine), per la 1^ edizione della 6 ore Ippociok, Simone ha conquistato il 6°posto percorrendo entro il tempo massimo la distanza di 63,295 km!! “Ho fatto una buona gara a Traversara” commenta Simone Assirelli “Un percorso tosto, con alcuni tratti di sterrato in cui era presente anche molto fango. Sono molto soddisfatto del crono, anche se per me oggi era importante mettere un altro tassello nel programma di preparazione in vista della 100km del Passatore, in programma a fine maggio.” poi aggiunge “E’ la prima volta che partecipo a una sei ore, una gara particolare per la ripetizione dello stesso giro, ma il percorso abbastanza vario tra argine sterrato, asfalto e strada bianca è stato molto utile dal punto di vista del potenziamento muscolare. Il tutto sempre finalizzato all’obiettivo Passatore”.

 

 

 

Sesto di categoria al Passatore, Stefano Farina brilla sui 100 km

18870449_10210876721766773_1707949348_oFirenze – Sabato scorso è andato in scena il “Passatore”, la corsa di 100 chilometri che unisce l’Italia valicando gli Appennini partendo da Firenze e arrivando a Faenza, su un percorso già di per se duro, reso ancora più difficile dal caldo.

Tra gli oltre 2700 atleti ai nastri di partenza c’erano anche quattordici atleti del gruppo podistico, tra cui lo stesso direttore sportivo Stefano Caroli, accompagnato da quelli che sono ormai degli affezionati alla manifestazione: Stefano Farina, Gabriele Turroni, Alberto Bandini, Cristiano Fregnani, Fabio Mazzolini, Sergio Scipi, Emanuele Tarroni, Lorenzo Leoncavallo, Simon Luca Spada, Paolo Mancini, Carlo Alberto Viola, Paolo Valli e l’esordiente Flavio Selle.

Grande soddisfazione per Stefano Farina, l’atleta del Passatore ha coperto il percorso in 9 ore 4 minuti e 55 secondi ottenendo un bel trentaseiesimo posto assoluto, che gli vale il sesto posto di categoria ed il quinto posto tra i romagnoli. La prova ha concluso il Trittico della Romagna, nel quale Stefano ha concluso all’undicesimo posto.

“Devo dire – spiega Stefano – che lo scorso anno mi ero promesso di non rifarla più, ma per fortuna così non è stato. Quest’anno ho raggiunto la mia migliore performance, frutto anche dell’esperienza dell’anno passato e dei nuovi stimoli ricevuti da parte di tutto gruppo sportivo che mi ha accolto quest’anno” .

Alle sue spalle, a trentotto minuti, Gabriele Turroni migliora il proprio personale in 9 ore 43 minuti e 19 secondi. “Sono soddisfatto – dichiara Gabriele – a inizio maggio ero demoralizzato per non essere riuscito ad allenarmi come avrei voluto, ma alla fine sono riuscito ad arrivare a Faenza anche quest’anno e questo è importante!!”

L’esordiente Flavio Selle occupa la terza piazza in 11 ore 3 minuti e 27 secondi. “Ero preparato al peggio – racconta Flavio – ho cercato di non forzare, di rimanere tranquillo, di gestire le energie, alla fine non ho avuto problemi muscolari – aggiunge – i paesaggi bellissimi, il tifo della gente per strada e nei paesi, il silenzio della notte interrotto solo dal rumore dei passi… una grande emozione durata undici ore!!”

Nel corso della notte si sono susseguiti gli arrivi degli altri atleti in gara che con grande coraggio, determinazione, sacrificio e spirito di sopportazione alla fatica hanno raggiunto il traguardo di Faenza.

Alberto ha migliorato il proprio personale in 11 ore 47 minuti e 48 secondi, Cristiano ha concluso in 12 ore 4 minuti e 44 secondi, Stefano, il direttore sportivo, ha concluso in 12 ore 12 minuti 56 secondi, Fabio ha migliorato il proprio personale in 12 ore 47 minuti 7 secondi, Sergio ha concluso in 13 ore 47 minuti 27 secondi, Emanuele ha concluso in 14 ore 11 minuti 05 secondi, Lorenzo ha concluso la quinta edizione in 14 ore 18 minuti 21 secondi, conquistando l’ambito e prezioso “piatto” (il riconoscimento in ceramica faentina decorato a mano), Simon Luca ha concluso tenendo per mano sua figlia Diamante in 17 ore 13 minuti e 23 secondi e infine Paolo ha concluso in 17 ore 46 minuti 08 secondi.

Quando in ballo c’è una ultramaratona, chi vi partecipa ne è ben conscio,  non si darà mai per scontata una conclusione sicura della prova perché anche il più piccolo problema, con decine di chilometri ancora da percorrere, potrebbe portare ad un inevitabile ritiro. Così si è spento il sogno per Paolo Valli e Carlo Alberto Viola costretti al ritiro al Passo della Colla (48° chilometro) e a Marradi (65° chilometro).

Stefano alla Wings for Life World Run

Milano – Ogni anno, nello stesso giorno, la Wings for Life World Run si tiene contemporaneamente in numerose location di tutto il mondo con l’unico obiettivo di raccogliere fondi per supportare la ricerca scientifica per trovare una cura alle lesioni al midollo spinale. Un format unico, in cui i partecipanti corrono quanto più a lungo possibile, scappando dalla Catcher Car, vero e proprio traguardo mobile che parte al loro inseguimento mezz’ora dopo il via e, aumentando progressivamente la velocità, li elimina lungo il percorso a mano a mano che li supera. Tra i 4500 runner dell’evento milanese, Stefano Farina (nella foto gentilmente concessa da Antonio Capasso) ha dato prova di una grande prestazione, percorrendo ben 48,88 km raggiungendo il sedicesimo posto nella classifica italiana e risultando il decimo italiano nel mondo!! – “Ero un po’ preoccupato per l’orario di partenza della gara (le ore 13 in Italia ndr) ma ero in perfette condizioni fisiche e mentali per affrontare la gara, sapere che tutto il mondo corre simultaneamente per uno scopo benefico per me è stato uno stimolo in più per dare il massimo”

Stefano Farina decimo di categoria alla 50 km di Romagna

daniele

Quarantatresimo posto finale e decimo di categoria. Questi i numeri di Stefano Farina impegnato sulle strade della 50 km di Romagna valevole per il campionato sociale del gruppo sportivo.

Una prestazione di assoluto rilievo anche cronometrico: 3h48’53” con un miglioramento di oltre 20 minuti rispetto al tempo dell’anno passato.

I partecipanti, tra i quali ben otto portacolori della società, sono partiti da Piazza Bernardi a Castel Bolognese, poi attraverso il non facile percorso che si svolge in un saliscendi di strade asfaltate immerse nel verde delle colline della vallata del Senio che conduce all’impegnativa scalata della vetta di Monte Albano con 285 m di dislivello.

A Borgo Rivola Stefano fa girare le gambe a 4:19 al chilometro, velocità che si rileva insostenibile per i compagni di squadra. Il vantaggio aumenta con il passare dei chilometri percorsi fino a raggiungere sulla linea del traguardo un distacco di quasi venti minuti su Viola Carlo Alberto, secondo nella classifica di campionato in 4:08:51, e di ventotto minuti sul neopapà Cristiano Fregnani, terzo in 4:16:37.

“Sono contento – dice Stefano a termine gara – per come è andata, un’altra tappa importantissima verso il Passatore di fine maggio. La gara non è stata facile: il vento forte nei primi 30 chilometri ha creato problemi un po’ a tutti, infatti molti sono saltati. Meno male che si è poi affievolito nella seconda parte”.

Seguono in classifica Paolo Valli (4:33:15), Sergio Scipi (4:38:14), Lorenzo Leoncavallo (5:30:01), Daniele Gherardelli (6:39:56 nuovo PB) e Simon Luca Spada (7:07:20) accolto all’arrivo dall’abbraccio di Diamante, sua figlia.

Stefano e Carlo alla Strasimeno

ID_17126662Stefano Farina conferma l’ottimo stato di forma alla 16ª edizione della Strasimeno, ultramaratona di 58 chilometri che si corre sulle rive del Lago Trasimeno con partenza e arrivo a Castiglione del Lago.
Nonostante la pioggia che ha funestato quasi l’intera gara, la Strasimeno ha saputo comunque regalare grandi emozioni agli oltre 2.300 ‘eroici’ partecipanti. Il portacolori della 100 km del Passatore, al suo debutto in una gara simile, ha conquistato il 26° piazzamento assoluto (sesto di categoria) correndo i 58 chilometri del percorso più lungo nel fantastico tempo di 4 ore, 28 minuti e 12 secondi, Una media di 4 minuti e 37 secondi al chilometro! Alle sue spalle, Carlo Alberto Viola (vedi foto) ha tagliato il traguardo in 5 ore, 15 minuti e 48 secondi per giungere all’arrivo, finalmente, sotto i raggi di un caldo sole.

Il risultato è di buon auspicio in vista della 100 km del Passatore, gara alla quale entrambi gli atleti parteciperanno a fine maggio.

Leoncavallo più forte della bufera di neve

Lorenzo1Traversara – Partiti in 190 con il sole, dopo mezz’oretta gli atleti si sono imbattuti nella pioggia che poi s’è tramutata in nevischio, condizioni climatiche proibitive che hanno reso ancora più difficile il percorso di 48 km, tutto in terra battuta, causando alcuni ritiri. Tra i 159 classificati, Lorenzo Leoncavallo ha concluso la sua prova in 4 ore e 49′ . “E’ stata dura” – racconta Lorenzo – “ma sono riuscito ad arrivare in fondo, nonostante una bufera di neve nel corso del terzo dei 5 giri previsti “.

35° 50 km di Romagna

DSC_0260Castel Bolognese- Stamattina sotto un timido sole, con una temperatura ideale per correre,un bel gruppo con Gabriele, Cristiano, Luigi, Davide, Carlo, Sergio e Simon, ha scelto le strade di Castel Bolognese quale banco di prova per la Cento chilometri del Passatore in programma il prossimo 28 maggio. Come al solito molto impegnativo il percorso, con i trenta chilometri di salita che collegano Biancanigo, la città termale di Riolo Terme, Borgo Rivola, Casola Valsenio , Monte Albano, e ritorno fino al traguardo nel cuore del centro storico di Castel Bolognese dopo avere attraversato Zattaglia, Villa Vezzano, Tebano e Biancanigo.   (altro…)

Valli e Pinete e Strasimeno

DSC_0025Ravenna- Ha preso il via domenica, dal Palazzo Mauro De André, la 42° edizione della Valli e Pinete. Per il terzo anno ha offerto agli agonisti la scelta tra due distanze: la classica mezza maratona omologata Fidal e la 30 km. Presente anche il Passatore con cinque atleti sul classico percorso che porta verso il mare, a Punta Marina, attraversando prima le pinete poi lo sterrato alquanto dissestato delle valli (da (altro…)

Il Passatore… tra lago e pineta

seiRavenna – Domenica prenderà il via la 42° edizione della Valli e Pinete, la storica mezza maratona di Ravenna, amata dai podisti di tutta Italia per la peculiarità e la bellezza del paesaggio attraversato, che per il terzo anno offrirà agli agonisti la scelta tra due distanze, la classica mezza maratona omologata Fidal e la 30 chilometri. Il Passatore parteciperà alla classica 21 km con cinque atleti: Stefano, Gabriele, Lorenzo, Simon Luca e Daniele mentre Cristiano si misurerà sul percorso di 30 km.

In contemporanea, a Castiglione sul Lago, Carlo Alberto tornerà a misurarsi sul percorso della 15° Strasimeno – Ultramaratona del Lago Trasimeno di 58 km, che prevede l’intero giro del lago con il suggestivo arrivo in salita nel centro di Castiglione.