Maratona di Pisa, la corsa sotto la Torre

pisaPisa – Si è corsa ieri mattina, in una fredda ma soleggiata giornata la 19^ edizione della Maratona. L’arrivo come sempre non poteva che essere lì, in quel magico posto che è piazza dei Miracoli, all’ombra del campanile della cattedrale di Santa Maria Assunta e della Torre Pendente simbolo di questa città amata da tutti i runner del mondo.
Per il gruppo sportivo erano presenti Stefano Farina e Lorenzo Leoncavallo.
Stefano parte forte imprimendo alla corsa un passo inferiore ai 4′ al km. Le energie spese fino al 30km lo portano a cedere nel ritmo, rallentando sul finale. Stefano è arrivato sul traguardo in 2 ore 52 minuti e 46 secondi, per la terza volta, dopo Roma e Firenze, sotto le tre ore: “E’ solo un paio d’anni che corro, prima facevo calcio e ciclismo, ora ho cambiato disciplina. Sono molto contento perché ho fatto il mio primato personale. E’ la mia terza maratona sotto le tre ore, la settima di quest’anno oltre alle varie ultramaratone. Chiudo qui in questa splendida città con le gare del 2017”.
Per Lorenzo la maratona di Pisa rappresenta l’opportunità per dimostrare, soprattutto a se stesso, di poter ancora scendere sotto le tre ore e mezza in maratona e battere il proprio primato che risale al 2005, dodici anni fa. Anche Lorenzo parte forte, a un ritmo di 4’45 al km chiudendo la prima mezza in 1 ora 42 minuti. Dopo il 30km il ritmo subisce un calo sensibile, tanto che il gruppo dei pacemaker delle 3:30 lo raggiunge sul finale. Lorenzo taglia il traguardo in 3 ore 29 minuti e 57 secondi (real time) sotto le tre ore e trenta ed a un soffio dal proprio personale: “Ci tenevo a battere il mio primato personale di 3:29’50 e non ci sono riuscito, le gambe non giravano totalmente come speravo. Sono comunque contento del risultato ottenuto che premia la mia forza di volontà e l’impegno negli allenamenti e in una corretta alimentazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.